Il Decano Panerini: «Evangelizzazione e Gravidanza per altri (Gpa) i due temi più rilevanti»

Domani 14 luglio avrà luogo a Firenze (presso il Teatro L’Affratellamento di Via G.P. Orsini 73) il II Sinodo Nazionale della Chiesa Protestante Unita dal tema «Non di pane soltanto vivrà l’uomo, ma di ogni parola che proviene dalla bocca di Dio». I due argomenti principali che saranno affrontanti dall’assise protestante (formata sia da pastori che da laici), oltre ai consueti temi amministrativi, saranno da un lato l’evangelizzazione e dall’altro l’attuale tema etica della Gravidanza per altri (Gpa) sulla quale da mesi era stata istituita una commissione di studio, presieduta dalla giurista Marta Torcini, che relazionerà al Sinodo.

«L’evangelizzazione è il grande tema di tutte le Chiese della contemporaneità – afferma il Rev. Andrea Panerini, Decano Nazionale della Chiesa Protestante Unita – in un mondo che si sta secolarizzando ed ateizzando sempre più. Ora se la secolarizzazione può essere una buona cosa, in quanto sancisce la giusta separazione tra Stato e Chiese, l’ateizzazione forzata in nome del “dio scienza” o, ancora peggio, del “dio profitto” è una sconfitta enorme per la Chiesa di Cristo. Si tratta non solo di rinnovare le modalità di comunicazione (i social media, internet, pubblicazioni e mondi virtuali) ma anche di interrogarci se il contenuto che tradizionalmente la Chiesa trasmette spacciandolo per Parola di Dio sia veramente rispondente al Vangelo di Cristo, alla buona notizia che Dio ha per ognuno ed ognuna di noi. Sul tema della Gravidanza per altri (Gpa) – prosegue il Decano Panerini – non possiamo che rilevare la delicatezza e la complessità del tema, che tuttavia non esime la nostra Chiesa a prendere una posizione ufficiale. La Commissione ha preso in considerazione una grande varietà di posizioni, anche confliggenti, e ha cercato di realizzare una esegesi storico-critica della Bibbia assieme a una valutazione degli ordinamenti giuridici e del contesto socio-economico. La soluzione che è stata raccomandata e che verrà discussa oltre che approvata o respinta dal Sinodo ha cercato di tenere conto delle opinioni di minoranza tenendo tuttavia dei punti fermi sul rischio di sfruttamento del corpo della donna e della compravendita di esseri umani: qualunque sia la decisione sinodale su questo tema, farà sicuramente discutere.»

La Chiesa Protestante Unita è una denominazione evangelica nata in Italia dalla confluenza di comunità e fedeli provenienti da esperienze di fede diverse nell’ambito del protestantesimo italiano che si sono riuniti per dare vita a una nuova esperienza ecclesiale con il fine di proporre un modello di Chiesa protestante orizzontale contrapposto alla Chiesa-istituzione. Attualmente convivono nella Chiesa Protestante Unita tradizioni e riti diversi (luterano, presbiteriano, metodista, anglicano) che fanno riferimento alla Riforma del XVI secolo e convivono in un’ottica di unità nella diversità, anche se la liturgia e la sensibilità confessionale prevalente è quella luterana, tanto che spesso è definita la “Chiesa luterana di lingua italiana“.

L’Assise comincerà Sabato 14 luglio alle ore 9.30 con il Servizio Divino di apertura con predicazione del Decano, Rev. Andrea Panerini, e si concluderà nel tardo pomeriggio. Porteranno il loro saluto rappresentanti di diverse confessioni cristiane. Facendone richiesta alla Presidenza, è possibile essere accreditati come pubblico o come operatore dell’informazione con accredito stampa

Ps. Ci scusiamo per le precedenti informazioni che davano l’avvio del Sinodo per venerdì 13, ma per motivi logistici l’assise si svolgerà solo nella giornata di sabato 14.

Informazioni: ufficiostampa@chiesaprotestanteunita.org – 389/8858211

sinodo2018_programma.pdf (75 Kb)

2 thoughts on “SABATO 14 LUGLIO SI APRE IL SECONDO SINODO NAZIONALE DELLA CHIESA PROTESTANTE UNITA.”

  1. E vi definite protestanti , per fortuna Non evangelici
    Siete una vergogna che contorce la parola del Signore ignorando qua to a scritto Paolo sull’ abominio degli uomini

  2. Il commento di questo fratello si commenta da solo e gli invitiamo a rileggersi tutta la Scrittura e soprattutto Galati 3. L’eresia e l’esser forviato non può che indurci a pregare per questo fratello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *