SETTIMANA DEL PRIDE: LE INIZIATIVE DELLA CHIESA PROTESTANTE UNITA

La Chiesa Protestante Unita, nei limiti dell’ancora presente minaccia del Covid-19, ha predisposto un piccolo programma di iniziative per celebrare la settimana del Gay Pride che termina il 28 giugno, giorno che commemora i moti di Stonewall – 28 giugno 1969 – pietra miliare per l’inizio della contemporanea rivendicazione dei diritti civili delle persone LGBTQI*.

«La Chiesa Protestante Unita – fanno sapere dal Decanato Nazionale – si ritiene parte del movimento LGBTQI e sostiene senza riserve la lotta contro l’omofobia e a favore dei matrimoni equalitari e delle adozioni per le coppie dello stesso sesso. In alcuni casi – come per la GPA – non siamo in accordo con altre realtà del movimento, anche maggioritarie, ma la stessa bandiera arcobaleno ribadisce l’importanza e il valore positivo delle diversità entro una unità di valori civili e di amore».

Venerdì 26 giugno alle ore 21.15 avrà luogo con diretta Facebook su Agape Tv la conferenza «Diritti. Rivendicazioni. Amore» con il Rev. Andrea Panerini, teologo e Marta Torcini, giurista.

Domenica 28 giugno dalle ore 15.30 alle ore 16 Pride Flash Mob a Firenze nel quartiere di Coverciano presso i giardini di Via del Mezzetta. Questo evento in presenza sarà trasmesso in diretta su Agape Tv e può partecipa chiunque purchè nel rispetto del distanziamento sociale, dell’uso della mascherina e senza gesti provocatori nei confronti dei credenti. Più tardi, alle ore 18 Servizio Divino della XIII Domenica del Tempo Ordinario con un sguardo particolare alle rivendicazioni LGBTQI* officiato dal Rev. Andrea Panerini in diretta Facebook sempre su Agape Tv.

Tutte le dirette saranno poi visibili anche in differita sul Canale Youtube della Chiesa Protestante Unita. È possibile intervenire nelle dirette scrivendo nei commenti sotto il video oppure inviando un messaggio su WhatsApp al numero 3898858211.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *